Gertrude in camera
Grandi Storie,  New Insect

New Insect 2

Controllo Passaporti

Jack e Gertrude con il succo di spore
2° cap. controllo passaporti

Oramai le operazioni per l’atterraggio erano terminate e Jack e Gertrude stavano riemergendo da un sonno imbarazzante.

Jack dopo 2 bicchieri succo di spore si era addormentato come solo uno scorpione imperatore con in corpo 10 sonniferi potrebbe: a bocca aperta, russando come un trombone, e spostandosi come un bufalo un colpo su Gertrude e un colpo su una vespa suora, seduta accanto a loro, basta pensare che la suora stava perdendo la pazienza!!

Per fortuna tutte le torture hanno una fine…anche questa.

Arrivati al controllo passaporti, vengono fermati controllati, fotografati e perquisiti!

Gertrude viene fatta entrare in un camerino apposta con 2 poliziotte zanzare in divisa, pronte a perquisire lei e i suoi bagagli in cerca di possibili mappe..

“Se solo pensi di poter mettere quelle zampacce sulle mie cose potrei arrabbiarmi!!” usando il tono più diplomatico che conosceva reagi alla perquisizione.

“E’ inutile scaldarsi tanto, Signora Gertrude de Zampis! Vi conosciamo voi giornalisti, cercate in tutti i modi di fregarci e di entrare con delle mappe della città sapendo esattamente che questo è vietatissimo!!! Quindi si dia una tranquillizzata e ci faccia lavorare!”

Intanto Gertrude nota sulla divisa della polizia di frontiera uno strano stemma con quelle che sembravano delle lettere intrecciate fra dei loro e riconosce una G

Jack invece passa tranquillamente i controlli e va a recuperare il bagaglio, quel poco bagaglio ma decisamente indispensabile.

Si trovano fuori dall’aeroporto alla fermata dei taxi, qualcuno più incavolato di qualcun altro…

“Tu fai pure quello che vuoi io mi infilo dentro ad un taxi, non sono assolutamente dell’umore di prendere la metro..”

Jack avrebbe voluto usare i mezzi pubblici ma il fatto che la palpebra di Gertrude stesse tremando era un chiaro segno che era meglio abbandonare la sua idea e sedersi buono e tranquillo sul taxi lucido che si trovava di fronte a loro.

Taxista fantastica: Una Zecca di nome Elyson, con tatuaggi su tutte le zampe, avrà avuto almeno 50 bracciali. Esordisce con un:

“Buongiorno forestieri, salite accomodatevi a bordo, da ora mi occupo io di voi, prendete il mio biglietto da visita sono SICURA che potrò esservi utile nella vostra vacanza a New Insect!!”

C’è da dire che aveva una guida rilassata, musica di sottofondo (jazz), sedili comodi, tragitto di 50 minuti, sedili riscaldati, neanche uno strattone una frenata brusca…. una meraviglia.

I due passeggeri esattamente dopo 5 minuti che erano in auto si addormentarono a causa del fuso orario non vedendo assolutamente nulla del tragitto…

Senza prendere nessun prezioso punto di riferimento, senza vedere la bellezza della città

Giunti in hotel, il nuovissimo “Mummia” un Hotel a 132 piani riproduzione fedele di una antica mummia, tutto il personale è rigorosamente in abiti dell’antico Egitto, ogni piano ha un nome di faraoni e ci sono simboli egiziani ovunque.

Si registrarono ad un efficientissimo Ramses al desk della reception ed ognuno andò in camera propria. Tutti e due al piano ottanta. Gertrude della 8004 e Jack nella 8005, con una porta comunicante.

Camera 8004

Gertrude in camera

In camera di Gertrude, accanto ad una piramide/letto c’era un mazzo di fiori ad aspettarla….di un ammiratore neanche tanto segreto.

Dovete sapere che da oramai 3 mesi, puntualmente ogni giorno, Gertrude riceveva o una mail o una telefonata o un regalo da Alain Grand.

Più precisamente il capo ispettore di New Insect, un formicone muscoloso con una folta chioma nera e una passione per i cappelli.

Bisogna dire che era stato promosso alla carica più prestigiosa della polizia da esattamente 2 mesi, subito dopo la “prematura” dipartita del precedente capo della polizia morto stecchito sul suo letto nel mezzo della notte, caso chiuso come infarto cardiaco secco.

Alain che aveva avuto occasione di conoscere Gertrude ad un ricevimento in ambasciata ad Insettilandia, ed era rimasto folgorato dalla sua bellezza in un lucido elegante e sciccossimo smoking!!!!

Le sue parole all’epoca furono “Mai in vita mia ho visto uno smoking così affascinante!!” e da quel giorno il suo primo pensiero era Gertrude.

A Gertrude, come ben sapete, troppe smancerie non sono mai piaciute!!

All’inizio voleva usarlo come bersaglio per le freccette (anche avvelenate)…poi invece decise di cambiare idea, anche perché sia le mail che le telefonate o i regali non erano mai prevedibili.

Le mail a volte erano veloci saluti, oppure canzoni, una volta l’anteprima di un film d’azione, oppure fotografie che avevano sempre qualche cosa di speciale.

I regali: una volta la ricostruzione di un pugnale da ninjia un’altra volta una pietra di vetro con la capacità di catturare la luce in modo splendido.

Insomma il formicone in questione ci sapeva fare. Anche i magnifici fiori fatti trovare in camera con due righe scritte a mano che dicevano “mi piacerebbe averti come ospite a cena”…

Camera 8005

Qui le cose sono decisamente più tranquille, Jack entra e si infila sotto la doccia per almeno i soliti 25 minuti di relax.

Chiama per il servizio in camera, chiedendo il “Kit di sopravvivenza”: “Buona sera sono il fantastico Jack della 8005 potreste cortesemente mandarmi: 2 confezioni di noccioline salate, 2 lattina di bibite cola, un ananas, qualche fragola e possibilmente anche una confezione di biscotti al cioccolato” tutto prima di cena…ho giusto un leggero languorino!!”

Poi si collega al suo PC e scarica la posta elettronica, risponde alle fans quelle più accanite, e quando sta per chiudere il collegamento gli arriva una mail da parte di Rosie la Capa delle F.A.

“Carissimo Jack so che sei appena arrivato avrei piacere a farti fare una visita guidata del nostro fantastico e pericolassimo quartiere domani mattina, ti aspetto dopo colazione fatti accompagnare “anche” da una brava taxsista alla mia base!!”

“Mmm serata libera per fare un giro per gli affari miei quindi…” pensa Jack

Ci rivediamo al 3° capitolo

se non hai letto il 1° lo trovi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *