Grandi Storie,  New Insect

New Insect 9

Questa mappa va analizzata!

audio capitolo 9
camera di gertrude
camera di gertrude

Tornata in hotel Gertrude si mette immediatamente in contatto con la Talpa Blu (un grillo talpa).

Meglio conosciuto come Bluty: nomignolo inventato da Jack per il loro esperto in informatica, era davvero un segugio per scovare qualsiasi genere di informazione collegata alla rete.

Mezzo collegamento Skype Gertrude riesce a chiarire diversi punti di suo interesse, anzitutto il mistero delle mappe!!

Da circa 20 anni era stato messo questo divieto di creazione delle mappe di New Insect, non era un vezzo o semplicemente una curiosità di quella città, c’era stata una forte pressione da parte di un gruppo potente economicamente e politicamente che in questi 20 anni era diventato importante ed intoccabile come se fosse il presidente di quella città. Stiamo chiaramente parlando delle G.N.I

Bluty era davvero preoccupato “Devi assolutamente tirare fuori Jack quanto prima da questo brutto pasticcio!! Hanno cercato in tutti i modi di far sparire qualsiasi informazione relativa alle mappe della città e a tutte le proteste e gli incidenti che ci sono stati negli ultimi anni.

Sono riuscito a trovare solo dei blog non ancora oscurati dove si commentava questa situazione, ma da circa una settimana è stato tutto eliminato non ci sono notizie recenti … L’ideatore del blog aveva lasciato un ultimo appunto dove diceva che aveva un asso nella zampa e che ci sarebbero stati dei cambiamenti importanti nel giro di pochi giorni”

“Sei riuscito a risalire ad una firma del Blogger??” si intromise Gertrude in tono preoccupato

“Più che una firma è un simbolo l’ho stampato, è questo Ж. Ti dice per caso qualcosa???”

simbolo trovato
simbolo trovato

Dirvi che quasi cade dalla sedia in accappatoio è il minimo

“Bluty ho bisogno che mi trovi delle informazioni urgenti sia sul capo della polizia di New Insect che sui vertici della G.N.I, e ultima cosa su una signora conosciuta come Zia Milly”

Si salutano frettolosamente proprio un attimo prima di sentire bussare alla porta.

TOC TOC “servizio in camera, posso??”

Gertrude apre al cameriere nella divisa con il copricapo di mummia venuto a preparare la camera per la notte, lo lascia lavorare e va in bagno a darsi una pettinata prima di uscire.

La porta rimane leggermente socchiusa e riflesso sullo specchio si vede il gentile e premuroso cameriere che lascia i cioccolatini sul comodino e una cimice sulla lampada da tavolo.

Qualcuno intende spiare ed ascoltare le conversazioni di Gertrude!

Una volta uscito il cameriere, la nostra detective verifica immediatamente il tipo di cimice usata: non hanno badato a spese, è piccola potente e di ultimissima generazione tecnologica.

il cameriere spia
il cameriere sospetto

Chi la stà spiando ha soldi per farlo e non teme di farlo.

Il suo PC lampeggia c’è Bluty che la cerca, Gertru risponde così “Ciao carissimo Talpino sono occupata a cena stasera parleremo delle nostre ricette più tardi. Ciaoo”

Dovete sapere che negli anni di lavoro assieme Jack, Gertrude e Bluty avevano sviluppato una serie di parole d’ordine per capirsi fra di loro e non farsi scoprire dagli altri.

Una di queste era usare nomignoli improponibili come appunto Talpino che significava (non posso assolutamente parlarti ora sono in pericolo).

Vestita velocemente, scende alla ricerca di un taxi. Il suo taxi quello di Elyson

capitolo precedente 8 qui

capitolo successivo 10 qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *