Grandi Storie,  New Insect

New Insect 8

Chi l’avrebbe mai detto!

audio capitolo 8
gertrude bendata
gertrude bendata

Il taxi si ferma, a Gertrude viene tolta la benda dagli occhi e si trova in aperta campagna alla periferia di New Insect davanti ad una casetta giallo pallido con le imposte di colore azzurro cielo, i vasi di gerani sulle finestre, il giardino davanti casa e l’orto sul retro…

Direi più la casa adatta ad una vecchietta che coltiva ortensie più che al boss delle F.A

davanti alla sede delle F.A
porta della sede delle F.A

Elyson suona e viene ad aprire una formica di circa 70 anni con i capelli raccolti in una coda un fare elegante ed un sorriso deciso e franco.

Quel grembiule in pizzo e la teglia con lasagne appena sfornate era in contrasto con il carattere che Gertrude credeva di intravedere.

Il tavolo nel retro della casa era apparecchiato per 3, all’ombra di un albero di sicomoro, una linda tovaglia bianca ospitava piatti bianchi, bicchieri di vetro colorati e dei tovaglioli ricamati a mano. C’era un cesto di pane fatto in casa, e il profumo che veniva dalla teglia delle lasagne era divino!!

Gertrude si era appena ripresa da tutte queste nuove scoperte e un bicchiere di succo di bacche era proprio ciò che serviva.

La Zia Milly (questo è il nome con il quale l’è stata presentata una delle storiche fondatrici delle F.A.) inizia ad aggiornala su quelli che sono i recenti problemi delle F.A

“Mia cara insettina, devi sapere che negli ultimi anni avevamo conquistato molto pubblico, potere e capacità di reperire fondi. Un po’ per fortuna e per bravura, ci siamo ritrovati in mano una associazione in grado di fare delle opere di beneficenza aiutare il prossimo ma nello stesso tempo con la capacità di poter presentarsi alle elezioni che ci sarebbero state il mese scorso. Da quando in una intervista Omar, uno dei miei soci storici, ha dichiarato la nostra intenzione di candidarci con la volontà di creare una mappa della città sono iniziate tutte le nostre tribolazioni

Gertrude iniziava un po’ meglio a capire in che guaio potevano essersi cacciati, aveva di fatto letto della casta delle 50 guide, le uniche ammesse a far visitare ai turisti la città, le uniche che potevano fare il bello e il cattivo tempo sia per i negozi che per i ristoranti o i locali.

Erano usciti alcuni articoli in rete che parlavano proprio di questa particolarità ed ora che ci pensava meglio erano firmati B.B.A. esattamente come le iniziali della povera vittima.

“Zia Milly ma dunque era lui Bob Black Ant a scrivere gli articoli che ho letto in rete, ed è lui la vittima per la quale il mio amico Jack si trova in prigione?”

“Ebbene si mia cara, e sono certa che chiunque abbia ucciso Bob stesse cercando le prove che mi doveva consegnare quella sera”

Elyson aggiunge che la macchina di Bob è stata aperta e perquisita ma non dalla polizia che ancora non è sulle sue tracce.

Gertrude inizia a riflettere sul tutto, ed è chiaro che l’associazione delle 50 guide sembra essere quella con maggiore interesse e rendere innocue le F.A, ma come e perché? E perché coinvolgere Jack?

Tutte queste domande attendono risposta e Jack attende di essere scarcerato.

Zia Milly chiede esplicitamente a Gertrude di aiutarli a risolvere il problema non solo per Jack ma anche per loro e per la libertà di diffusione delle cartine di New Insect che darebbero lavoro e nuovo stimolo a tutta la città e per delle nuove elezioni libere.

capitolo precedente 7 qui

capitolo successivo 9 qui

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *